I COGNOMI DI TRIGOSO
di

Francesco Dario Rossi

 

"i ciottoli"

47


Sagrato Chiesa di S. Sabina in Trigoso (Sestri Levante)  -  6 agosto 2021

 

Uno dei legami più forti della vita, dopo quelli che ci legano alle persone care ed agli amici, è quello con la nostra terra di origine. Ovunque le circostanze ci portino a vivere, una parte del nostro cuore resta indissolubilmente legata al luogo dove siamo nati, alla terra dei nostri avi.
Molto di quella terra ci “resta addosso” …. un inflessione nel modo di parlare, un accento, il ricordo di alcune date particolarmente significative, qualche modo di dire, qualche sapore o profumo, qualche piatto tipico…
Perfino il nome che portiamo può essere legato ad un posto, ad una devozione, al culto di un Santo o di una Santa.

 
A volte anche il cognome.
Lo studio che questo ciottolo ci presenta ce ne dà prova sicura. Ci sono cognomi tipici di un luogo. E chi porta un cognome tipico di Trigoso, porta con sé qualcosa che lo rimanda sempre alla sua origine, alla sua terra; terra dalla quale, magari tanto tempo fa, sono partiti i propri avi in cerca di una vita migliore.
Ai tempi di Gesù non usavano i cognomi; si era normalmente identificati con il nome del padre. Il Signore era conosciuto come Gesù, figlio di Giuseppe, il falegname …. eppure il Vangelo ci dice che il suo “paese” Gesù se lo portava addosso: lo chiamavano il Nazareno, da Nazareth, ove Egli era vissuto e cresciuto.
Quasi un “cognome”, un legame forte, un segno di appartenenza.
Auguro che questo lavoro, interessante e stimolante, possa rafforzare nella gente di Trigoso, la certezza di appartenere a questa terra, bella e antica.
Con l’orgoglio di poter dire di sapere bene dove la propria vita ha le sue radici e questo, non per chiudersi, ma per potersi poi aprire al mondo, ben sapendo da dove veniamo e quali valori, umani e spirituali, la nostra terra ci ha consegnato.

                                                                                                                      Don Andrea Borinato
                                                                              
             Cancelliere della Curia Vescovile di Chiavari

Venerdì 6 agosto 2021 è stato presentato sul sagrato della chiesa di Santa Sabina il “ciottolo” n. 47 della nostra collana, scritto da Francesco Dario Rossi, già autore del “ciottolo” n. 11 intitolato e dedicato a Giacomo Carniglia, e del n. 1 Sagrato di Luce.
Il curatore del volume Andrea Lavaggi ha illustrato i contenuti del libro e lo “spirito culturale” che ha guidato sia il lavoro preliminare sia la vera e propria scrittura.
Cognomi di Trigoso nasce infatti a conclusione di un lungo lavoro di digitalizzazione degli atti dei registri parrocchiali:
di nascita e di battesimo, di matrimonio e di morte. Tutti i dati degli atti di battesimo sono stati studiati e rielaborati da Francesco Dario Rossi: tramite una serie di “filtri” applicati alla trascrizione è stato possibile determinare con precisione sia l’elenco dei cognomi presenti a Trigoso, sia la loro diffusione e frequenza – riportate in una serie di tabelle e di istogrammi in appendice – e tracciare un interessante “percorso demografico” del territorio. Di oltre 90 cognomi presenti a Trigoso, i più diffusi, l’autore ha evidenziato una serie di note linguistiche e demografiche, riportando anche le indicazioni sulla loro diffusione sull’intero territorio italiano e avanzando ipotesi sull’origine e sul significato etimologico dei termini. I capitoli dedicati ai cognomi di Trigoso sono preceduti da una sezione di carattere più generale, che sottolinea l’importanza e le origini storiche e linguistiche dei cognomi, la loro evoluzione e la loro classificazione.
Un interessante viaggio nell’affascinante mondo dei cognomi, dove aspetti linguistici, storici, geografici e sociali si fondono, portati alla luce da una ricerca appassionata nella sua sistematicità, che ci mostra ancora una volta l’importanza di conservare e di studiare le nostre “fonti documentarie”, che custodiscono, tra le tante pieghe di vecchi fogli ingialliti, il nostro passato e le nostre radici.
    

cliccare sulle immagini per ingrandirle:
 
 

 


Durante la presentazione del "ciottolo", Davide Ponziano conosciuto come Cantacuore, ha eseguito intermezzi musicali:



Hanno parlato di questo ciottolo:
   



La realizzazione di questo ciottolo è stata sponsorizzata da:olo è stata sponsorizzata da: