LE CAMPANE E I CAMPANILI DELLA LIGURIA ORIENTALE
a cura di Francesco Antonini

 Il rito di benedizione di una nuova campana o di un nuovo concerto di campane, tratto dal Rituale Romano dedicato, recita: “Risale all'antichità l'uso di ricorrere a segni o a suoni particolari per convocare il popolo cristiano alla celebrazione liturgica comunitaria, per informarlo sugli avvenimenti più importanti della comunità locale, per richiamare nel corso della giornata a momenti di preghiera, specialmente al triplice saluto alla Vergine Maria. La voce delle campane esprime dunque in certo qual modo i sentimenti del popolo di Dio quando esulta e quando piange, quando rende grazie o eleva suppliche, e quando, riunendosi nello stesso luogo, manifesta il mistero della sua unità in Cristo Signore”.
La presenza numerosa di chiese parrocchiali e cattedrali, di santuari e oratori pubblici e privati, che caratterizza tutta la nostra zona, da Sarzana a alle adiacenti Valli del Magra e del Vara, alle località inerpicate sull’Appennino che ci fa da sfondo, alla Riviera delle Cinque Terre e sua relativa zona di Cintura (Sestri Levante, Riva Trigoso, Moneglia, Deiva, Framura, Bonassola, Levanto, ecc.), al litorale del Golfo del Tigullio, fa sì che il nostro territorio risulti essere immediatamente encomiabile a motivo dello zelo profuso di chi ci ha preceduto, prodigandosi nell’aver bella la chiesa. In particolare, le svettanti e tipiche torri campanarie rendono immediatamente individuabile il punto in cui sorge il luogo di scambievole apporto, nella grazia che educa al divino e all’eterno, considerato normalmente la culla di generazioni nella fede.
I nostri bei campanili, vincoli che uniscono nell’unica fede e nell’unica speranza le generazioni del passato e dell’avvenire, possono talvolta essere osservati come rilevanti opere architettoniche, edificate per mezzo di menti sagge e braccia possenti, appartenenti a tutta la popolazione (donne e bambini compresi, che prestavano la propria opera in giorno di domenica, per il trasporto di pietre e calce), la cui importanza aumenterebbe, se si dovessero considerare altresì le Interessanti opere d’alto artigianato in essi custodite – le campane – in certi casi autentici capolavori d’antica arte fusoria e musicale, non di rado gettate a suo tempo in loco, grazie all’opera di fonditori itineranti – ancora in attività agli albori del secolo XX – che allestivano forni provvisori, approntati impastando argilla refrattaria e scavando fosse di fusione direttamente nel terreno, a causa dell’assenza di strade percorribili, che avrebbero consentito di trasportare manufatti già terminati attraverso carri a trazione animale.
Di seguito, troverete alcuni file multimediali, finalizzati alla conoscenza e alla valorizzazione dei campanili e delle campane della nostra bella Liguria di Levante, sorprendente anche a ragione di questi insoliti argomenti trattati.

Questa pagina è realizzata grazie alla ricerca paziente e precisa del Dott. Francesco Antonini, titolare della ditta ANTONINI OROLOGI - CAMPANE di Sestri Levante, che svolge attività in questo settore e che molto sa di questo argomento. Ringraziamo Francesco per la sua disponibilità e per aver accettato di collaborare a questa pagina, che continuerà ad essere aggiornata, nel tempo. Ricordiamo che Francesco, ha da sempre coltivato questa passione. Già nel Dicembre del 2001, realizzò il ciottolo n. 5 con allegato CD: Suoni di campane a Santa Sabina di Trigoso - Concerto dal campanile.
Ringraziamo anche tutti coloro che, per arricchire sempre di più questa pagina, ci invieranno segnalazioni/informazioni e/o materiale inerente.

Cliccare sulle foto o scritta per accedere alla scheda

TRIGOSO (SESTRI LEVANTE): S. SABINA
CHIAVARI (GE): CATTEDRALE DI N.S. DELL'ORTO
CHIAVARI: SANTUARIO N.S. DELL' OLIVO - LOC. BACEZZA
COGORNO: SAN LORENZO
LEMEGLIO
CAVI BORGO (LAVAGNA): PARROCCHIA SANTISSIMA CONCEZIONE
LORSICA: PARROCCHIA N.S. DEL CREATO E SAN GIUSEPPE
BARBAGELATA
MEZZANEGO: Chiesa Succursale di Santa Margherita, loc. Corerallo
MISSANO (CASTIGLIONE CHIAVARESE)
MONEGLIA: SAN GIORGIO
MONEGLIA: SANTA CROCE
MONTEROSSO: CONVENTO SAN FRANCESCO
PIANI DI RI (CHIAVARI): PARROCCHIA DI SAN GIUSEPPE
PRATO DI PONTORI (NE): PARROCCHIA DI SANT'ANTONIO
SARZANA (SP): CATTEDRALE DI SANTA MARIA ASSUNTA
SARZANA (SP): PIEVE DI SANT'ANDREA 
SOGLIO (ORERO)
VARESE LIGURE (SP): PARROCCHIA DI SAN MARTINO in MONTALE