DOMENICA
4 OTTOBRE

INAUGURATA A TRIGOSO LA NUOVA STATUA A RICORDO DI
GIOVANNINO GUARESCHI
di Leonardo Lustig

Il figlio Alberto: <<Grande il calore della gente di qui. Anche se pioveva,
sembrava splendesse il sole
>>

A Trigoso, sulla caratteristica “piazzetta” domenica 4 ottobre 2020, alla presenza di Alberto, Angelica e Antonia rispettivamente figlio e nipoti dello scrittore, di S.E. Mons. Alberto Maria Careggio già vescovo di Chiavari, del Sindaco Valentina Ghio, del  capitano Luca Emilio Mechilli Comandante C.C. di Sestri Levante, del Maresciallo Vinicio Raso Comandante Carabinieri NORM, del Comandante Roberto Masili della Guardia Costiera, degli assessori Pinasco e Battilana, tanti estimatori di Guareschi del “Club dei ventitrè” provenienti anche da fuori Liguria, tanta popolazione con tanti bambini, è stata inaugurata la nuova statua dedicata a Giovannino Guareschi di Leonardo Lustig.
Giovannino aveva abitato per alcuni anni della sua infanzia, assieme alla sua famiglia, nella canonica della chiesa dell’antico Borgo di Trigoso, ospite del Parroco Don Chiappe e della nipote Elena Castagnola (in dialetto Lenìn). Al famoso scrittore che è uno degli scrittori italiani più letti nel mondo (con oltre 20 milioni di copie) e lo scrittore italiano più tradotto in assoluto, Trigoso ha dedicato varie manifestazioni con la presenza dei figli Carlotta (mancata nel 2015) ed Alberto. Nel 2013 il Circolo ACLI S. Sabina aveva fatto realizzare dallo scultore Pietro Ravecca di Brugnato una statua in bronzo raffigurante lo scrittore che giocava felice sui carrugi del paese con il “riguin
” un antico gioco che i bambini con un’asticella guidavano un cerchio. La statua è stata rubata nel 2014.
Gli abitanti di Trigoso hanno sentito il dovere che il ricordo di Giovannino Guareschi fosse ancora vivo nel borgo, vedendolo correre nei sui “carrugi”.
Così su iniziativa del Circolo Acli S. Sabina aps, del Centro Turistico Acli Tigullio, del Circolo Familiare Sabino e della parrocchia di S. Sabina è stata commissionata allo scultore Leonardo Lustig, già noto a Sestri Levante per aver realizzato nella Chiesa di S. Antonio il “roveto ardente” e nella baia di Portobello l’ormai famoso “pescatorello”, una nuova statua sempre in bronzo che ripropone un’opera figurativa con gli elementi principali quali il bambino che gioca col cerchio, ma interpretata dall’ artista con una nuova interpretazione ottenendo un’opera autentica e non una copia. Leonardo Lustig ha concepito la scultura in modo dinamico, il fanciullo corre dietro al cerchio che a sua volta viaggia veloce e viene continuamente colpito con il bastone per aumentare ancora la velocità
.
La scultura ha come basamento un breve carrugio in pietra a vista e in cima il caratteristico “risseu” tipico acciottolato ligure sul quale e stata fissata la scultura, dando così l’idea che il fanciullo raggiunga la piazza correndo col suo cerchio su un pezzo di antico sentiero che scende sulla piazza.

Dopo le parole di benvenuto e di ringraziamento di Marco Bo, del Circolo Acli e del CTA, hanno preso la parola il Sindaco di Sestri Levante, il Parroco Don Enzo Frisino, S.E. Mons. Alberto Maria Careggio e Alberto figlio di Guareschi.
Angelica e Antonia hanno poi scoperto la statua tra applausi e il lancio di palloncini da parte dei bambini presenti.

Davanti alla statua sarà collocata una targa:

LEONARDO LUSTIG
GIOVANNINO GUARESCHI
Anno 2020

«Mio padre ha più volte scritto di aver avuto la forza di resistere nei momenti difficili della vita grazie ai ricordi di un’infanzia serena.
Sono convinta che molti di questi ricordi fossero illuminati dal sole di Trigoso...
»

                                                                                         Carlotta Guareschi

 

cliccare sulle foto per ingrandirle

 



GIOVANNINO CORRE ANCORA A TRIGOSO...

di Alberto GUARESCHI

    Dopo una tappa forzata di sei anni Giovannino, Nino per i suoi genitori, riprende a correre sui ciottoli di Trigoso grazie all’attuale nuova iniziativa del Circolo ACLI S. Sabina in sua memoria per ricordare le vacanze felici passate con la famiglia a Trigoso prima della Grande Guerra. Nel 1999 il Circolo aveva dedicato un “ciottolo” (ndr: volume della collana “i ciottoli” editi a cura del Circolo Acli S.Sabina) a Nino e nel 2003 aveva fatto realizzare dallo scultore Pietro Luigi Ravecca una statua di Nino bambino che gioca negli stretti vicoli di Trigoso. Vacanze felici perché in quell’occasione Nino vedeva la famiglia riunita e serena dato che suo padre, operaio militare nella Trafileria di Casarza, li raggiungeva, durante la libera uscita, nella canonica di don Giovanni Battista Chiappe dov’erano ospitati grazie alle cure dell’amica Lenin Castagnola. Il giorno dell’inaugurazione della statua mia sorella Carlotta, mancata purtroppo nel 2015, ha dichiarato a un giornalista: «Mio padre ha più volte scritto di aver avuto la forza di resistere nei momenti difficili della vita grazie ai ricordi di un’infanzia serena. Sono convinta che molti di questi ricordi fossero illuminati dal sole di Trigoso...»
La statua è stata rubata nel 2014 e il Circolo ACLI S. Sabina ha voluto sostituirla commissionandone una nuova allo scultore Leonardo Lustig. Così, ripreso in mano il cerchio e il bastoncello per farlo correre che gli ha fornito lo scultore, Nino riprende la sua aerea corsa sui ciottoli di Trigoso e io voglio accompagnarlo sentimentalmente ricordandogli il primo verso della “Sagra di Santa Gorizia” di Vittorio Locchi che lo emozionava sempre:
«E voliamo nel sole, anima mia!».



Rassegna stampa:

 

https://www.acli.it/acli-genova-una-statua-per-celebrare-larte-di-giovannino-guareschi/
https://ctanazionale.it/news-dal-territorio/cta-tigullio-inaugurazione-nuova-statua-di-bronzo-del-guareschi/

http://www.levantenews.it/index.php/2020/10/04/sestri-inaugurato-il-nuovo-monumento-a-giovannino-guareschi/

https://www.teleradiopace.tv/2020/10/08/una-statua-di-guareschi-bambino-nel-borgo-di-trigoso-ricorda-il-legame-con-lo-scrittore-il-servizio/

https://www.farebene.info/acli-trigoso-nino-guareschi/

https://www.facebook.com/CTA.ACLI.Chiavari/

https://www.gazzettadiparma.it/archivio/2009/01/08/news/giovannino_guareschi_celebrato_in_liguria_con_una_festa_e_un_quadro_speciale-817506/

https://twitter.com/COM_SESTRILEV/status/1313033686590410755