GIOVANNINO GUARESCHI
..... e Trigoso
 

Targa in ceramica, opera dello scultore Alfredo Gioventù, a ricordo del soggiorno di Giovannino Guareschi a Trigoso

8 Agosto 1999:
Viene scoperto una "targa-ciottolo" a ricordo del soggiorno di Giovannino Guareschi a Trigoso

13 Agosto 2003:
Presentazione del ciottolo n. 12 "Mondo piccolo nasce a Trigoso - Guareschi uno scrittore con i baffi"
Inaugurazione statua raffigurante "Nino" da bambino

13 Agosto 2007:
Il Sindaco Dott. Lavarello, annuncia che Trigoso, farà parte del Comitato Nazionale per il centenario di Guareschi
11 Gennaio 2008:
Centenario della nascita di Giovannino Guareschi, Trigoso lo ricorda con un grande quadro sulla facciata della canonica.


........ sembra una favola ........

Il famoso scrittore emiliano, che si ricorda soprattutto per la felicissima serie di films “Peppone e Don Camillo” tratti dai sui libri, negli anni 1912 e 1913, con i genitori Lina ed Augusto e la nonna Filomena, è stato ospite nella canonica di Trigoso della “perpetua” Lina Castagnola detta “Lenìn”.

Per ricordare questo soggiorno, è stata collocata l’8 Agosto 1999 sulla facciata della canonica una targa, opera dello scultore ceramista Alfredo Gioventù di Sestri Levante.

Presenti anche Carlotta ed Alberto, figli dello scrittore, che hanno ricordato la figura del padre che “camminò fanciullo negli stretti vicoli dell’antico Borgo di Trigoso” e delle vicende legate a questi momenti.

In questa occasione è stata inaugurata una meridiana realizzata da Andrea Stagnaro di Riva Trigoso.

........ e la favola continua ........

     Il 13 Agosto 2003, in occasione della presentazione del libro "MONDO PICCOLO NASCE A TRIGOSO" di Carlo Stagnaro, dodicesimo volume della collana "i ciottoli", presenti i figli dello scrittore, Carlotta ed Alberto, è stata scoperta una statua in bronzo raffigurante Giovannino Guareschi che spensierato gioca sui "carrugi" di Trigoso con il cerchio (in dialetto locale "riguin"), sicuramente il più popolare divertimento di quegli anni.

La statua opera della scultore Pietro Luigi Ravecca, è stata benedetta dal nostro Vescovo Diocesano Mons. Alberto Maria Careggio.

 


Nino Guareschi nel 1913 (foto archivio Guareschi)
Da questa foto lo scultore Ravecca ha preso spunto per creare la statua dedicata a "Nino" Guareschi
inauguta a Trigoso il 13 agosto 2003