FRANCO POGIOLI

è nato a Riva Trigoso (Genova) nel 1928 dove risiede tuttora.
Ha frequentato i corsi inf. dell' Ist. Tecn. Comm. di Chiavari.
Dal 1947 al 1985 ha lavorato in qualità dì operaio presso i Cantieri del Tirreno (adesso Fincantieri) della stessa città.
Ha iniziato a scrivere negli anni cinquanta.
Dal 1956 al 1976 ha collaborato al quotidiano genovese "II Lavoro" con articoli di viaggi e numerosi racconti di fabbrica. Sempre in quel periodo altri suoi racconti sono stati pubblicati sul giornale della sera "II Mercantile", sulla rivista "Prove di Letteratura" di Rapallo, su "II Minuzzolo" di Genova, su "Abiti-Lavoro" di Milano e nel 5° volume dei "Racconti Navali" dell' Ass. Marinai d'Italia. Un suo racconto è inserito in una Antologia bulgara (Varna-1973) di scrittori italiani dì mare del '900 e, ultimamente, nella raccolta di racconti "Voci dell'anima" del Premio Lett. "Il Molinello".
Ha ottenuto riconoscimenti in numerosi Premi Letterari a carattere nazionale.
Dopo una lunga pausa ha ripreso la sua attività letteraria con riconoscimenti in altri Concorsi e pubblicazioni su nuove riviste.
Nel 1999 ha riunito le sue memorie di esperienze di fabbrica in "Una vita in tuta blu", risultando tra i finalisti al Premio Nazionale "LiberEtà del 2003 e il cui testo è stato successivamente pubblicato a cura dello Spi-Cgil di Genova.